“Silva”| un elogio alla bellezza

La “Silva (foresta) Brutia”, oggi conosciuta come “Sila” è un luogo dal quale non si torna indietro. L’uomo vi arrivò nella notte dei tempi. Questo brano è  dedicato alla bellezza e alla forza di una terra che prova a resistere al tempo e alle devastazioni. A chiudere la canzone con passione e maestria, al pianoforte, Valentina Occhiuzzi.

Silva

Questo brano, come già detto, è dedicato alla bellezza e al dovere umano di contemplarla. Come i frutti più belli sui rami più alti, le vette silenziose della “Silva” (la Sila), sono dolci ricompense per chi soffre di rumore. Caduti nel fiume del tempo abbiamo visto il silenzio danzare sul lago in un quadro chiamato “Realtà”. Noi di spalle, tutt’intorno i colori.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *