1. il ragazzo di Veronica Giuseppe Caruso 3:03
  2. sulla pianta del re Giuseppe Caruso 3:08
  3. una sera Giuseppe Caruso 3:07
  4. filastrocca Giuseppe Caruso 3:30
  5. las vegas Giuseppe Caruso 2:46
  6. alba alcolica Giuseppe Caruso 2:25
  7. tirintirì Giuseppe Caruso 2:06
  8. sangue Giuseppe Caruso 2:45
  9. otto ore Giuseppe Caruso 3:24
  10. mangu cu' gass Giuseppe Caruso 2:51
  11. baci e sorrisi Giuseppe Caruso 3:52
  12. Sangrilà Caruso 3:15
  13. balliamo stasera Caruso 3:14
  14. un' idea Caruso 3:18
  15. santa Maria Caruso 6:43
Uno sguardo al cielo e uno a terra. L’arte di sabotarsi per sopravvivere. Contare i propri passi per restare fermi tra gli agrumeti e il mediterraneo. Fare la conta dei vivi e dai morti in arrivo cullati dal mare. Lasciare la statale, rifugiarsi al Varrone per vedere meglio il cielo, l’acqua, gli ontani, i pini e i pioppi, le fragole di bosco e la discarica che mangia la vita. Sdraiarsi sulle felci, ascoltare gli uccelli, respirare il fiato della montagna. Odiare il bar, la nafta, lasciare la fabbrica per tornare sfiniti alla vita. Rincasare, maledire l’uomo, la propria natura e avere nostalgia di quella perduta, innocente e devastata. Soffrire d’amore, soffrire di vita e di fitte al cuore nelle prigioni grigie e definitive di un paese violento
 
credits:
  • Batteria e ukulele: Domenico Schiariti
  • Basso e chitarra elettrica: Raffaele Cammarella
  • Tastiera: Errico Quercia
  • Viola: Alessio Vilardo
  • Fisarmonica, chitarra e voce: Giuseppe Caruso
  • Recording mixing and mastering: Domenico Schiariti – Robert Sidoli
  • Prodotto e arrangiato da Giuseppe Caruso, La Lurida Produzioni, Gabriele Gravina e Robert Sidoli
  • Progetto grafico: Carlotta Camarda
 
 
 
 
 
 
 
 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0